FINALMENTE LO HANNO CAPITO....!!

MIRACOLO ! ! ! ! !

Piacentini, presidente dell'APMI (Associazione Piccole Medie Imprese) di Modena ha realizzato (vedi articolo sul Carlino di Sabato 10 Settembre 2011) che i Comitati, in particolare quello di Savignano, hanno finalmente scoperto le carte ! ! ! ! :

NON VOGLIONO LASCIARE PARTIRE l'impianto per la produzione di bitume posto nell'abitato del Magazzino !

( * )

 

FANTASTICO ! ! ! !

Vaccari, Assessore Provinciale, per la terza o quarta volta in due anni, annuncia che finalmente , dopo ulteriori controlli ed ulteriori opere ANCORA DA FARE, l'impianto partirà. ( * )

 

Dopo tante letture dei loro comunicati stampa sono finalmente riuscito a capire a chi poter rapportare la levatura di questi signori: tal quali il ministro Brunetta !

 

 

( * ) Negli ultimi tre anni gli amici di Savignano hanno dedicato mesi di lavoro per studiare le carte, scoprire che quasi niente era in regola, hanno fatto e vinto un primo ricorso al TAR.

La Provincia, la USL, l' ARPA hanno dovuto rimangiarsi i pareri e i permessi indebitamente accordati (purtroppo NON PAGA MAI NESSUNO per queste cose) ed accogliere quasi tutte le istanze del Comitato; è stata rifatta una nuova Conferenza dei Servizi.

Ammesso che un giorno (il più lontano possibile-tendente al MAI) questo obsoleto impianto partirà, vorrà dire che avrà superato tantissime altre modifiche ed autorizzazioni. Poi finalmente potranno lavorare i DUE (non trenta , assessore Vaccari !) addetti al suo funzionamento. I Comitati faranno di tutto per bloccare la messa in funzione di un impianto del genere in mezzo alle abitazioni e, nella malaugurata ipotesi che un giorno parta, faranno tutti i controlli che le autorità competenti NON stanno facendo né in questo né in altri siti.(chissà se Piacentini e/o i suoi informatori, avrà/avranno capito bene stavolta!)

Per quanto riguarda le cave sarà la stessa cosa !!!!!

 

Un caro saluto dal Presidente del Comitato Piumazzese NO alle CAVE

Enzo Rubbiani

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

NOVITA'


Forza Bassa...




LIBERA INFORMAZIONE



Per sempre amici......


Ciao Gigi, grazie e ancora grazie amico caro.....


CHI LOTTA PUO' PERDERE, CHI NON LOTTA HA GIA' PERSO.......(Guevara)

Ciao amico Bustelli, chissà se riusciremo ancora a percorrere tutti insieme le strade delle nostre campagne, le vie della nostra terra... come quando quel giorno, ci guidavi per farci vedere quanto è bella e importante...e quanto è importante difenderla da chi la vuole distruggere...

E’ difficile pensare che persone che popolano questa bellissima terra e che dipendano da essa, riescono a sacrificarla con delle manovre politiche capaci di distruggere senza riguardo e sentimento, senza rispetto della popolazione che la abita …



CON UN VOTO CORAGGIOSO TUTTO SI SAREBBE FERMATO, E SAREBBE RIMASTO SOLO UN BEL RICORDO O UN BEL FUMETTO...




UN PENSIERO...!

Piumazzo è un paese tranquillo e laborioso.Il suo unico bene è la terra,fertile e bella. Viviamo tempi difficili per l’agricoltura, ma non difficilissimi: la terra è sempre fedele.

Ma abbiamo anche l’oro grigio, la ghiaia,che sta sotto la terra: è lei che la drena e rende buono il terreno e ricche d’acqua le falde. La sensibilità odierna, non equilibrata, vuole salvare i fiumi, allontanandovi le cave, ma non pensa a salvare le campagne.

Domani si pentiranno, ma sarà troppo tardi. La nostra terra sarà morta per sempre, non più coltivata, buona non si sa per cosa.

La terra non è una merce come le altre, richiede un particolare rispetto, perché ha in sé qualcosa di sacro.

Il progetto estrattivo approvato dagli organi competenti va bene per aree depresse e in abbandono. A noi non sembra di essere così.

don Remo Resca

 


I CAVATORI SONO ANCHE SPONSOR DEGLI EVENTI

La Granulati Donini s.p.a. , rimane una delle piu importanti e imponenti società di scavo che lavora nella nostra Provincia......chissà perché compare nel tabellone principale della festa del PD, anno 2009...? 


5216 operai, 158.658 mc di terra in sei mesi, per fare le fondamenta del Colosseo, originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio.  Solo a Piumazzo vengono rimossi 5.450.000 mc , ridotti del 35% (-1.000.000 mc) grazie al lavoro del comitato, ma nonostante tutto con le quantità rimaste ,potremmo ricostruire le basi per 28 colossei simili a quello Romano.